Marketing 3.0 for Tourism

Progetto

Il progetto nasce da ricerche ed analisi del settore turistico effettuate dal Consorzio e dal loro confronto con ricerche nazionali ed europee. Gli Istituti coinvolti nel progetto provengono dalle Province di Lucca, Pisa, Massa-Carrara e La Spezia. Si tratta di zone in cui il turismo ha grosse potenzialità di sviluppo considerando le ricchezze culturali, artistiche e paesaggistiche importanti che sono presenti.

Per il turista di oggi non è più sufficiente ricevere mere informazioni; occorrono nuovi linguaggi con il fine di raccontare un territorio: tematizzare un luogo per consolidarne l’identità, rafforzandola e valorizzandola per poterla narrare. Un paesaggio, una cantina, un edificio storico, saranno luoghi di visita e nello stesso tempo spazi narranti; itinerari con un filo conduttore si intrecceranno ad altri, a formare una mappa tematica di un territorio. Il turista vuol apprendere dal territorio, farne parte, vuole essere il protagonista di una racconto e anche promotore (posta foto, lascia feedback, fa viaggi “responsabili”); condivide la propria esperienza e la confronta. L’evoluzione della società ed i nuovi sistemi di comunicazione hanno spostato l’attenzione dall’informazione alla narrazione, insieme di esperienze uniche. Il focus della narrazione è il nostro straordinario patrimonio naturale, culturale, agroalimentare.

A tal proposito è interessante analizzare come paesi con un background storico, artistico e naturalistico meno importante o con prodotti meno pregiati, riescono ad avere un successo turistico rilevante.

Con il progetto si propone un’esperienza di mobilità all’estero a 90 giovani delle classi quinte e neodiplomati di istituti ad indirizzo turistico e commerciale. L’obiettivo è di contribuire alla crescita professionale dei futuri “narratori del territorio” e allo sviluppo dei settori che possono usufruire dei benefici del marketing emozionale (3.0). I ragazzi attraverso la ricerca dei “sensi” di un territorio, il confronto con soluzioni creative e la sperimentazione di tecniche di narrazione, saranno stimolati a guardare la loro terra con altri occhi, accrescendo il loro senso di appartenenza e di partecipazione attiva. I giovani, per 3 settimane, svolgeranno uno stage presso aziende che si occupano di marketing emozianale, di storytelling, sviluppando competenze relative al processo di “narrazione” del territorio, secondo la strategia “emozionale”, in uno dei seguenti paesi: Regno Unito, Spagna, Malta e Irlanda.

Il reperimento degli allievi avverrà con specifiche azioni pubblicitarie attivate negli istituti. La selezione individuerà i candidati con i requisiti richiesti. La preparazione alla mobilità avrà una durata complessiva di 51 ore di cui 15 attraverso seminari e 36 in FAD. Presso ogni istituto si svolgeranno i seminari di preparazione con i seguenti argomenti:

1) Informazioni sulla gestione amministrativa, sulle modalità di gestione delle varie fasi e sulle modalità e tempi di accesso ai corsi di autoformazione o in FAD che integrano gli interventi degli esperti del settore.

2) Sicurezza e Marketing emozionale

3) Turismo e territorio

4) Autoimprenditorialità e valutazioni finali

È prevista inoltre una preparazione linguistica (inglese/spagnolo) solo in modalità FAD.

Per ogni mobilità sarà redatto un progetto individuale sulla base delle competenze in ingresso, delle caratteristiche del partecipante e dei learning outcomes previsti:

a) Progettazione, definizione e promozione di piani di sviluppo turistico (Area di attività n. 377, repertorio figure professionale Reg. Toscana).

b) Applicare tecniche di marketing 3.0 per la valorizzazione del territorio.

Assieme al partner estero interessato si arriverà a definire il matching tra partecipante ed impresa. Seguono l’organizzazione della mobilità, con un incontro per la consegna di handbook e biglietti aerei, e l’invio. Il monitoraggio all’estero sarà garantito da personale del partner e da personale del consorzio attraverso contatti via skype, email, whatsapp e analisi del blog. Al termine dell’esperienza, il partner estero rilascerà ad ogni allievo Europass Mobility e la certificazione ECVET delle competenze acquisite; Serindform rilascerà l’attestato di frequenza e la dichiarazione degli apprendimenti. Nella fase finale del progetto è prevista la diffusione dei risultati raggiunti; le azioni saranno sia interne agli istituti che rivolte a soggetti operanti anche in contesti territoriali differenti ma potenzialmente interessati. Sono previste inoltre azioni di accompagnamento al lavoro.

L’esperienza di mobilità consentirà agli allievi di integrare il curriculum scolastico, con l’acquisizione di competenze tecnico professionali non incluse nel percorso di studi e utili allo sviluppo del sistema imprenditoriale dei diversi settori collegati al marketing del territorio. Le imprese, grazie alle competenze acquisite, avranno la possibilità di migliorare la penetrazione del mercato, sfruttando al massimo le potenzialità ICT.